gennaio 16, 2015

[Intervista Esclusiva] Il ritorno dell’eroe. Keanu Reeves è John Wick

“What!? Your Thesis is on The Matrix?! Oh My Gosh!”


Quando arrivò il tempo di scegliere l’argomento della prima tesi, quella triennale, decisi di analizzare i visual effects e l’editing cinematografico, in particolare il Bullet Time. Sono passati otto anni e mai avrei pensato che un giorno avrei avuto l’opportunità di un’intervista one-to-one con Keanu Reeves, che di montaggio magari ne capisce poco, ma che ha dato vita al protagonista di uno dei film più importanti della mia vita. The Matrix. Quello che all’impossibile domanda “Qual è il tuo film preferito?” vince sugli altri.


Ero rossa come un peperone quando, aprendo il tomo con il codice a cascata verde e nero (si avevo ideato anche la grafica e le copertine in stile Matrix) Keanu osservava meravigliato, provando a “leggere” in italiano, e a farmi domande sul testo (che ovviamente non capiva visto che non parla la nostra lingua!).
Al termine dell’incontro gli ho chiesto una cosa che non chiedo mai, un autografo (in genere preferisco le foto). Ma questa era una situazione speciale.


Una dedica che è una sintesi di tantissime emozioni, e significati, che vanno oltre il film stesso.
“What’s your favourite line of the movie?” La mia risposta non poteva essere altro se non quella che vedete in foto. “Il Cucchiaio non esiste – There’s No Spoon”.


Ecco l’intervista esclusiva per ‪#‎BestMovie‬ per il film John Wick (che non poteva non sfociare, almeno in parte, in discorsi filosofico-spirituali!)

10848889_10152456164266486_5464420918209138026_o

Tags :