settembre 11, 2014

Venezia71: Good Kill manca il bersaglio? Intervista video a Ethan Hawke, January Jones, Zoë Kravitz e il regista Andrew Niccol

Good Kill in gergo militare (e non) è l’equivalente italiano di “Bel Colpo”, ma non si può dire lo stesso del film diretto da Andrew NiccolEthan Hawke è Tommy, un Top Gun messo a riposo nella base militare di Las Vegas, che invece di pilotare caccia guida in remoto droni in volo nei cieli del Medioriente, distanti 7000 miglia da lui.

Sbarcati in Laguna abbiamo incontrato il regista e il protagonista del film, accompagnati dalle bellissime interpreti femminili: January Jones Zoë Kravitz. Nel video in allegato un estratto dell’incontro con la stampa italiana.

Qui il video!

Good Kill military speaking is the equivalent of “Nice shot”, but you can not say the same for the film directed by Andrew Niccol . Ethan Hawke is Tommy , a Top Gun put to rest at the military base in Las Vegas, instead of driving hunting guide in remote drones flying in the skies of the Middle East , 7000 miles away from him.

Landed in Laguna we met the director and the star of the film , accompanied by beautiful female performers : January Jones and Zoe Kravitz

Here you can find the video!

No Comment

settembre 10, 2014

Venezia71: La video intervista a Paul Wesley che presenta Before I Disappear e confessa “I do love the italian girls!”

Paul Wesley è sbarcato in laguna insieme al cast di Before I Disappear nell’ambito della selezione delle Giornate degli autori. Jeans maglietta bianca, occhiali da sole e pelle diafana, Paul sembra arrivare direttamente da Mystic Falls. Felice di essere di nuovo in Italia dopo la presenza a Roma alla convention di The Vampire Diaries, la Love&Blood 2.0 ci ha raccontato di Gideon, il personaggio che interpreta nel film, diametralmente opposto a Stefan Salvotore, del suo amore per l’Italia (soprattutto le ragazze italiane!) e dei suoi progetti futuri.

Qui il video!

  —

Paul Wesley has landed in the lagoon with the cast of Before I Disappear. Jeans white t-shirt , sunglasses and pale skin , Paul seems to come directly from Mystic Falls. Happy to be back in Italy after the presence in Rome at the convention of The Vampire Diaries, The Love & Blood 2.0 told us about Gideon , the character he plays in the film, diametrically opposed to Stefan Salvotore , his love for Italy (especially Italian girls !) and his future plans .

Here the video!

 

No Comment

settembre 8, 2014

#Venezia71: Dal Lido con amore

Fine agosto. Il caldo estivo lascia il posto al fresco di settembre…in teoria, visto che l’estate 2014 è durata decisamente poco da un punto di vista squisitamente climatico. Ad ogni modo questo periodo dell’anno per tutti i cinefili e gli addetti ai lavori significa una sola cosa: Venezia!

Ha avuto inizio così una nuova edizione (la settantunesima) della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica.

Il Lido ci ha accolto con un’atmosfera cupa e plumbea. Il cielo sopra Venezia era carico di pioggia (per non parlare dell’umidità…) e noi della redazione di Best Movie ci aggiravamo tra la Darsena e il Casinò, mezzi infreddoliti, ritirando gli accrediti in desk ancora poco affollati (con annessa sala stampa semi deserta), prendendo visione del programma, già carichi per la giornata d’apertura.

Questo il primo giorno! I successivi sono stati un alternarsi di proiezioni, conferenze, incontri e scontri con attori e registi italiani, film (ovviamente) e feste ufficiali (come quella organizzata da Tiffany & Co. al Peggy Guggenheim, quella della rivista Fabrique e il party per il film Il Giovane Favoloso).  Ma anche caffè, tanti caffè!

Su Best Movie di Ottobre tutto il resoconto di #Venezia71

 

End of August . The summer heat gives way to the cool of September … technically. Anyway this time of year for all film lovers and movie critics can only mean one thing: Venice !

It started so a new edition ( the Seventyone) of the Venice International Film Festival.

The Lido greeted us with a gloomy and leaden atmosphere . The sky over Venice was full of rain (not to mention the humidity … ) and all of us from the Best Movie‘s newsroom strolled between the Darsena and the Casino, in yet uncrowded press room, taking vision of the program, ready for the opening day .

This was the first day! The followings were alternating projections , conferences, meetings and clashes with Italian actors and directors , film (obviously) and official holidays (such as the one organized by Tiffany & Co. to Peggy Guggenheim , one of the magazine Fabrique and the party for the film “Il Giovane Favoloso” ) . But even coffee , lots of coffee!

On the October issue of Best Movie the whole “tour guide” of # Venezia71

No Comment

settembre 2, 2013

#Venezia70 Diario di Bordo: Capitolo 3 – Tom “Rapper” Hardy

Lido in visibilio per l’arrivo di Tom Hardy. Lasciata da parte la maschera di Bane Mister Hardy sbarca in Laguna per presentare il nuovo film di Stephen Knight in cui è protagonista assoluto, Locke.

Cuffie maxi al collo e T-shirt che non nasconde i tatuaggi sulle braccia, Tom Hardy si presenta in conferenza stampa in versione trasandata, e più di un londinese DOC sembra un rapper di Harlem!

Ma non bisogna lasciarsi ingannare dall’apparenza perché il proverbio “L’abito non fa il monaco” calza a pennello per descrivere la sensibilità e l’acume di un attore di talento come Hardy, la cui miglior interpretazione precede di lunga il successo arrivato con il ruolo di Bane in Batman.

Piacevole sorpresa dunque (soprattutto per il gentil sesso!). E domani sarà il turno dei maschietti perché è attesa sul red carpet Scarlett Johansson. Non c’è che dire, Venezia si prodiga attivamente per la parità dei sessi!

 

Enjoy the Photos and stay Tuned!

 

Tom Hardy Press Conference

Tom Hardy Press Conference

Tom Hardy Press Conference

Tom Hardy Press Conference

Tom Hardy Press Conference

Tom Hardy Press Conference

Tom Hardy Press Conference

Tom Hardy Press Conference

.

No Comment

settembre 1, 2013

#Venezia70 Diario di Bordo: Capitolo 2 – Il vortice Veneziano

Un vortice di divi e semidivi ha assaltato Venezia:

James Franco, Nicolas Cage, Judie Dench, Hayao Miyazaki, Daniel Radcliffe e Tom Welling.Tre giornate decisamente intense, e ricche di appuntamenti quelle del 30, 31 Agosto e 1 Settembre.

Ma partiamo dalle assenze. Era attesa sul red carpet Lindsay Lohan, ma le sue tracce si sono perse all’aeroporto di New York. La mean girl americana doveva presenziare all’anteprima di The Canyons (di cui è anche co-produttrice) oltre ad essere protagonista assieme al porno divo James Deen. La Lohan ha dato buca all’ultimo, dando prova di essere una bad girl non solo nella finzione cinematografica.

Ma per una Lohan che perdi ottieni un bonus di due James Franco. Il bel californiano di Palo Alto vale doppio in questa edizione del Festival! Il suo ultimo sforzo registico (Child of God) è in lizza per il Leone d’oro. Ma James non si fa mancare niente e partecipa al Festival anche come attore nel film Palo Alto. Chissà a chi si saranno ispirati per girare questo film…

Nicolas Cage e Judie Dench arrivano sul red carpet in grande spolvero per presentare i due film in concorso, rispettivamente Joe e Philomena. Entrambi hanno buone possibilità di portare a casa qualche premio, soprattutto per quanto riguarda Philomena che al momento sembra il più quotato per il Leone d’oro.

Hayao Miyazaki presenta il film Kaze tachinu (S’alza il vento) e sciocca tutti annunciando in conferenza stampa che questo sarà il suo ultimo lungometraggio. Ma per una notizia melanconica ne arrivano due che fanno sorridere.

Il Lido è stato letteralmente preso d’assalto da orde di fan in visibilio per Daniel Radcliffe, aka Harry Potter, giunto a Venezia per presentare il film sulla beat generation Kill Your Darlings, in cui Daniel interpreta il poeta e romanziere statunitense Allen Ginsberg.

Al grido di “Somebody Saves Me” è stato invece accolto Tom Welling che sveste i panni di Superman e da Smallville passa a Parkland, film in concorso che racconta gli avvenimenti realmente accaduti dopo l’assassinio di John Fitzgerald Kennedy.

Giornate intense, ore di sonno scarse, conferenze, file, proiezioni, ancora file, sala stampa, caffè, party. Questa è Venezia, e ci piace proprio per questo!

In attesa del prossimo aggiornamento enjoy the photos and stay tuned!+

IMG_6994

IMG_6994

IMG_7053

IMG_7053

IMG_6996

IMG_6996

James Franco

James Franco

Nicolas Cage

Nicolas Cage

Tom Welling

Tom Welling

Judie Dench

Judie Dench

Daniel Radcliffe

Daniel Radcliffe

.

No Comment

agosto 29, 2013

Venezia #70 – Gravity

Houston. Abbiamo un problema. Nello spazio, in assenza di gravità e di ossigeno il silenzio è imperante. Sospesi nel vuoto cosmico la visione è di sicuro mozzafiato, per non dire “spaziale”. Vedere la terra da 300 chilometri di distanza è una prospettiva concessa solo a pochi, ma in quelle condizioni, anche un sassolino può fare la differenza, figuriamoci una pioggia di detriti. Fluttanti nelle loro tute da astronauti Sandra Bullock e George Clooney sono vittime in Gravity di uno sciame di frammenti di un satellite russo che li stacca dalla stazione spaziale statunitense, lasciandoli da soli nello spazio, senza nessun contatto con la Terra. 90 minuti di adrenalina allo stato puro, giostrati con maestria dal regista Alfonso Cuarón, attraverso un connubio perfetto fra tecnologia stereoscopica e sonoro. Perché diciamocelo, il 3D andrebbe usato solo in casi come questi, dove il film presenta un’architettura digitale e una strutturazione di visual effects tale da rendere questa tecnologia la ciliegina sulla torta, capace di far divenire lo spettatore il protagonista assoluto. La scelta registica di Cuaròn di effettuare gran parte delle riprese in piano sequenza inoltre risulta efficace e funzionale, rendendo fluida e continua la narrazione e esaltando, in maniera ineccepibile, l’integrazione delle riprese live con le interpolazioni digitali. Presentato in anteprima mondiale alla Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica il film ha riscosso sia il successo della critica che del pubblico. Per poter gustare dunque Sandra Bullock e George Clooney in una lotta per la sopravvivenza che vi lascerà senza fiato non vi resta che attendere il prossimo ottobre! [divider] Houston. We’ve got a problem. Space. In the absence of gravity and oxygen silence is prevailing. Suspended in it the cosmic vision is certainly breathtaking. See the Earth from 300 miles away is a perspective granted only to a few, but in those conditions, even a pebble can make a difference, guess what a rain of cosmic debris can do. Floating in their suits astronauts Sandra Bullock and George Clooney are victims in Gravity of a swarm of fragments of a Russian satellite that takes them away from the U.S. space station, leaving them alone in space, without any contact with the Earth. 90 minutes of pure adrenaline, masterfully directed by Alfonso Cuarón, through a perfect combination of 3D technology and stereo sound. Because let’s face it, the 3D should only be used in cases like this, where the film presents a digital architecture and structuring of visual effects that make this technology the icing on the cake, capable of turning the viewer into the absolute protagonist. Cuaròn choice of shooting sequence is also effective and functional, making smooth and continuous the narration and enhancing, in an unobjectionable manner, the integration of live footage with the digital interpolation. The World Premiere of Gravity was presented the Venice International Film Festival and the film has received both critical acclaim and audiences. In order to enjoy therefore Sandra Bullock and George Clooney in a fight for survival that will leave you breathless you just have to wait until next October!
602-408-20130828_195602_DEF6A3DC

602-408-20130828_195602_DEF6A3DC

Festival_Venezia2013_Red_Carpet_Gravity3

Festival_Venezia2013_Red_Carpet_Gravity3

o-GRAVITY-570

o-GRAVITY-570

.

No Comment

agosto 29, 2013

#Venezia70 Diario di Bordo: Capitolo 1 – Let’s get it started!

Venezia si tinge di cinema. Riapre i battenti come ogni anno la Mostra internazionale d’Arte cinematografica, la più antica al Mondo. La Biennale di cinema celebra infatti quest’anno la 70° edizione e lo fa con un film d’apertura d’eccezione: Gravity, diretto da Alfonso Cuarón con protagonisti assoluti Sandra Bullock e George Clooney. Si percepisce subito, in maniera netta e inequivocabile, il forte legame che questa piccola isola ha con il mondo della settima arte. È un’atmosfera decisamente diversa, quella che si replica in ogni Festival. Ci si rincontra tra colleghi, vicini e lontani, nascono nuove sinergie e soprattutto si vivono settimane intense dove ci si nutre solo di cinema, e ancora cinema! (il lato positivo è che non c’è bisogno di diete!) Questo diario servirà principalmente per raccontarvi un’esperienza vista dall’interno, con i suoi pregi e i suoi difetti, con i film e le star ma anche con i momenti divertenti e le situazioni più improbabili. Quando le luci del red carpet si spengono e rimangono accese quelle dei pc di infaticabili scribacchini, dei fotografi (arrampicati su scalette compressi l’uno sull’altro ma rigorosamente in giacca e cravatta) è li che nascono le vere storie, perché le luci dei riflettori nascondono un mondo, spesso più interessante di quello patinato che tutti raccontano. E per iniziare in grande stile, qual è la cosa più improbabile che può capitarti il primo giorno di Festival? Ovviamente arrivare in Lancia da Venezia direttamente al molo dell’Hotel Excelsior! Con tanto di fotografi a scattarti foto scambiandoti per una star! Quindi se mi vedete su Just Jared non vi sorprendete! È un’esperienza che è capitata a me e alle mie colleghe. Surreale. Come tutto ciò che accade nel Lido in questo periodo! Enjoy the Photos and Stay Tuned. Venezia è solo l’inizio! [divider] Venice is all about cinema this time of the year! The International Film Festival, the oldest in the world is open again. The Biennale of Cinema is celebrating its 70th edition and does so with an amazing opening movie: Gravity, directed by Alfonso Cuarón, starring Sandra Bullock and George Clooney. One senses immediately, clearly and unequivocally, the strong bond that this small island has with the world of the seventh art. It’s a completely different feel, one that is replicated in each Festival. We meet again with colleagues, near and far, new synergies will born and we’ll live intense weeks where we only eats cinema, and even movies (the positive side is that there is no need to stay on a diet!) This diary has the purpose mainly to give you an inside view of the movies and the stars but also about the funny moments and the most unlikely situations! When the lights go off on the red carpet is when the true stories born, because the spotlights conceal a world often more interesting than the glamourous that everybody tells. And to start in a big way, what is the most improbable thing that can happen to you on the first day of the Festival? Obviously arrive from Venice directly at the pier of the Hotel Excelsior! With lots of photographers to take snapshots, taking you for a star! So if you see me on Just Jared do not be surprised! It is an experience that happened to me and my colleagues. Surreal. Like everything that happens in the Lido in this period!   Enjoy the Photos and Stay Tuned. Venice is just beginning!

IMG_6978

IMG_6978

IMG_6974

IMG_6974

IMG_6960

IMG_6960

IMG_6950

IMG_6950

IMG_6951

IMG_6951

IMG_6942

IMG_6942

IMG_6945

IMG_6945

IMG_6915

IMG_6915

IMG_6870

IMG_6870

IMG_6941

IMG_6941

IMG_6940

IMG_6940

.

No Comment

Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: